La felicità è la tua priorità? [terza parte]

felicità amconsulting

12 Ago La felicità è la tua priorità? [terza parte]

Scontrarsi con la realtà può essere doloroso, eppure è l’unica cosa che ti aiuta a crescere e che può portarti ad evolvere in una versione migliore di te. Per questo se le prime due parti dell’articolo sono risultate particolarmente dure e dirette mi spiace, ma era necessario.

L’obiettivo era di farti realizzare che tutti noi ad un certo punto della nostra vita accettiamo una serie di convenzioni sociali, che ci portano all’inserimento nel meccanismo “scuola-lavoro-pensione”. E non solo. Quando ti ho invitato a riflettere sulla tua vita, desideravo spingerti a fare un esercizio di consapevolezza. Si tratta di un esercizio utilissimo che tuttavia non facciamo quasi mai, proprio a causa del dolore che provoca (o che temiamo possa provocare).

E adesso? Che cosa farai tu ora? L’azione che ti invito a fare è…fermarti. Fermati ed osserva. Credimi: in un mondo in cui siamo tutti affaccendati, ipersollecitati e sempre di corsa, non è così scontato come sembra!Se non ti fermi e continui a fare ciò che stai facendo, ciò che hai sempre fatto, vittima della convinzione che “si fa così” o “è così per tutti”, non coglierai mai il problema. Non capirai qual è la ragione della tua insoddisfazione e proseguirai, come un cavallo con i paraocchi che prosegue per la sua strada.

Impara a fermarti e ad osservare le cose dall’esterno. Fallo in maniera quasi distaccata, più obiettivamente possibile.

Come se fossi uno spettatore al cinema che guarda un film. Senza dare nulla per scontato, senza pensare “tanto non cambierà mai”.

Del resto, in un film tutto è possibile!

In questo modo cominceranno ad affiorare quelle domande che non ti facevi da tempo, come ad esempio: “perchè deve essere per forza così?” oppure “e se potessi cambiare le cose?” o ancora “e se potessi scegliere, farei davvero questo?”. Infine, la mia preferita: “perchè non sono felice, anche se agli occhi degli altri ho tutto ciò che si possa desiderare?”.

A quel punto, se hai il coraggio di proseguire e soprattutto di essere onesto con te stesso, scaturiranno molte altre domande.

Come ad esempio: Cosa voglio veramente? Cosa mi renderebbe davvero felice? Quali sono i miei talenti e cosa mi fa stare bene? Cosa farei, se non dovessi preoccuparmi dell’opinione degli altri? E se decidessi di lasciare quel lavoro sicuro e ben pagato che tanti mi invidiano e che in realtà mi sta uccidendo dentro? Cosa posso fare per migliorare la mia situazione, la mia vita, adesso? Forse non troverai tutte le risposte al primo tentativo. Potresti dover scavare a fondo.

Pensa che in molti casi, purtroppo, le persone sono ormai talmente entrate nel personaggio che interpretano ogni giorno, che faticano a trovare le risposte alla domanda “chi sono e cosa voglio veramente?”. Alcune rispondono “non lo so” o “a dire il vero non ci avevo mai pensato”. Siamo tutti dentro un fiume che scorre, ma non dobbiamo necessariamente farci trascinare dalla corrente senza preoccuparci di dove stiamo andando. Al contrario, se cominciamo ad osservare e a capire in che direzione va la corrente, potremo sfruttarla per andare dove vogliamo noi.

La vita è più semplice di quello che sembra, spesso a complicarla siamo proprio noi stessi. L’essere umano tende naturalmente alla ricerca della felicità. La felicità passa necessariamnete attraverso la soddisfazione e la realizzazione personale. Se impariamo ad ascoltarci di più, potremo riuscire a non farci trascinare dagli eventi e a non a farci intrappolare in schemi mentali e convenzioni sociali imposte da altri.

E tu? Sei pronto a muovere i primi passi verso una maggiore consapevolezza di te stesso e della tua vita?

Hai visto solo questo articolo e vuoi leggere i primi due? clicca su La felicità è la tua priorità parte 1 e La felicità è la tua priorità parte 2 così potrai leggere l’intero articolo!

Ti è piaciuta questa lettura? Iscriviti alla nostra newsletter e faccelo sapere!Riceverai così in omaggio il nostro ebook “Come gestire il Tempo in 3 semplici step”.

Nome e Cognome*

Email*

Accetto i termini e condizioni per il trattamento dei dati personali *

captcha

* Campi obbligatori



Hai trovato interessante il nostro articolo?

Iscriviti per essere sempre aggiornato!